29 Novembre 2021
INPS: FINO AL 31 DICEMBRE VALE LA RIOCCUPAZIONE PER PERCETTORI DI NASPL E DIC-COLL

Fino al 31 dicembre 2021 è valida la rioccupazione con contratti a temine di percettori delle indennità di disoccupazione NASpI e DIS-COLL e del Reddito di cittadinanza da parte di datori di lavoro nel settore agricolo. La modalità di occupazione è stata prevista dal decreto Rilancio ( art.94 del dl n.34 del 19 maggio 2020 convertito dalla legge 77/2020) e allungata dal Sostegni-bis. Lo precisa l’Inps con il messaggio 4079. I contratti devono essere a termine, di non oltre 30 giorni e rinnovabili per altri 30 e non comportano la perdita o riduzione dei benefici nel limite di 2mila euro. Pertano i percettori delle prestazioni NASpI e DIS-COLL – sottolinea l’Inps- possono, in corso di fruizione delle stesse, stipulare con datori di lavoro del settore agricolo contratti a termine per quest’anno. I 30 giorni si calcolano prendendo in considerazione le giornate di effettivo lavoro e non la durata in sé del contratto di lavoro.

Nel caso in cui i contratti superino i 30 giorni rinnovabili in altri 30 o il limite di reddito di duemila euro, le prestazioni di disoccupazione di cui i lavoratori sono beneficiari saranno nuovamente soggette agli istituti del cumulo e della sospensione dell’indennità di disoccupazione, nonché alla decadenza. L’Istituto evidenzia inoltre che i contributi versati per lo svolgimento delle prestazioni lavorative saranno considerati utili ai fini di eventuali successive prestazioni di disoccupazione.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi