9 Aprile 2008
AMBIENTE

La Coldiretti esprime parziale soddisfazione per gli esiti dell’incontro con l’Assessore regionale alle Risorse Agroalimentari. “Non è più procrastinabile la soluzione di un problema che si trascina da anni.  Nell’area del Parco Salina di Punta della Contessa – ha dichiarato il Presidente della Coldiretti di Brindisi, Salvatore Ripa, accompagnato dal Direttore della Coldiretti Puglia, Antonio De Concilio - l’attività agricola, quasi esclusivamente ortofrutticola, risulta gravemente danneggiata per le ‘scorribande’ della fauna selvatica che divora interi raccolti, senza che i coltivatori abbiano la possibilità di difendere in qualche modo le proprie produzioni. Per questo, è oltremodo urgente individuare indennizzi per i danni causati dalle lepri che potrebbero già trovare risposta attingendo risorse dal settore della caccia, sia per quanto riguarda il ristoro dei danni che per l’eventuale cattura degli animali”.
 
Nel corso della riunione è emersa, dunque, la disponibilità dell’Assessorato a rinvenire risorse pari a 56mila euro per gli indennizzi dei danni subiti nelle annate 2006/2007 e per la stagione in corso.
 
Sarà realizzata la recinzione dell’area, con una perimetrazione di 25 chilometri di reti e maglie, utili ad agevolare la cattura delle lepri.
 
“E’ opportuno stringere i tempi – ha commenta il Vicedirettore della Coldiretti di Brindisi, Francesco Manzari, a margine della riunione -  perché per attivare il fitto programma di attività sul territorio è propedeutica una relazione puntuale da parte della Provincia e del Comune di Brindisi. Pertanto, la Coldiretti chiede che sia fatta chiarezza, venga garantito il risarcimento dei danni subiti, si definisca un interlocutore unico e siano immediatamente predisposte misure per la cattura della fauna selvatica”.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi